Seguici anche su:

Workshop: di Paolo Di Orazio

"Il racconto horror"
5-6 LUGLIO 2014
Chi sei sei sei?
Cosa è e come si scrive la paura
Concepire e scrivere un racconto horror, divertente, dissacrante, spaventoso. Sfruttando i riferimenti attuali e passati e le tecniche utili per liberare su carta vecchi e nuovi mostri per spaventare il lettore. E noi stessi.

 

Programma Corso

Workshop sul racconto horror

Il racconto dell’orrore è la più profonda metafora in prosa dell’esistenza umana. E, allo stesso tempo, rappresenta una forma speciale di intrattenimento, un luna park su carta fatto di gusto linguistico, tensione, coinvolgimento, esaltazione, ritmo, contrasti, discesa preternaturale, misticismo. Non è semplice incantare e spaventare il lettore, oggi, e non bastano ingredienti, schemi, castelli stregati o descrizioni da Grand Guignol. Bisogna far sì che le tenebre scendano davvero e siano resi veritieri incubi indescrivibili e attuali. Scrivere un racconto dell’orrore significa costantemente confrontarsi con l’animo umano e con monumenti letterari imprescindibili, da L’Inferno di Dante a Dracula di Bram Stoker, all’immaginario di Lovecraft fino ai Libri di sangue di Clive Barker, alla estenuante ricerca di un’idea originale che scuota potentemente i sensi.   

Il workshop di scrittura horror, primo in Italia, spazza via ogni superstizione commerciale sulla scrittura “creativa” e introduce l’iscritto a una preparazione invasiva sul linguaggio horror, previo smantellamento di cliché e tabù. Il corso è aperto a tutti, per tutte le età, scrittori agli inizi e semiprofessionisti. Dalle origini del romanzo gotico, al fumetto, fino al cinema (con proiezioni), gli iscritti attraverseranno il panorama fondamentale della letteratura horror, nonché la via più breve per l’astrazione creativa attraverso le paure, scoprendo come si scrive, si perfeziona e si presenta un racconto che si possa definire horror. 

Tra gli argomenti trattati:

Distinzione ontologica dei generi: Horror, Orrore, Thriller, Noir, Fantahorror, Fantascienza, Slasher. 

La contaminazione tra generi e canali espressivi. 

Materiali fondamentali formativi, guida all’alimentazione intellettiva; dal romanzo al racconto al fumetto al cinema, gli autori da conoscere e studiare.

I grandi classici e i pilastri seminali della letteratura del fantastico.

Struttura del romanzo e del racconto.

Personaggi principali, secondari, scenari.

Lo stile e l’esercizio.

Editing e preparazione della proposta editoriale.

Materiali Richiesti

- Materiali;

- Carta e penna; 

- PC/MAC portatile (per chi vuole prendere appunti senza penna!).

 

 

Biografia Docente

Paolo Di Orazio

Nato a Roma nel 1966

Scrittore, sceneggiatore, musicista.

Esordisco con la raccolta di racconti "Primi Delitti" (Acme, 1989; Castelvecchi 1997), pioniere della letteratura splatter italiana, libro che solleva uno scandalo parlamentare con tanto di interrogazione.

Coordinatore di riviste mensili di horror a fumetti Splatter e Mostri, scrive racconti e storie a fumetti per Cattivik (Acme 1989-1991) e per la rivista americana Heavy Metal (2000-2003). Madre mostro (Acme 1991) è la raccolta di racconti pioniere dell'horror italiano.

Pubblico i romanzi "Prigioniero del buio" e "Il Dipinto ucciso" (Granata Press, 1992 e 1993), racconti per Radio Rai (Appuntamento a Carfax, 1992), "Addictions" (Passi nel delirio, 2000), "In fondo al nero" (Urania, 2003) e altri per Coniglio Editore, Bietti.

Sceneggio storie per antologie a fumetti (Beccogiallo, NPE) e in Francia la graphic novel "Il bambino dei moschini" (Clair de Lune, 2009).

Pubblico nel 2011 per Coniglio editore il romanzo horror metal-gore "Vloody Mary". Nel 2012, il paranormal noir "Chiruphènia" (Universitalia), nel 2013 l'ebook "L'Incubatrice" per Mezzotints e nello stesso anno diventa editore della nuova «Splatter» col proprio marchio Elm Street House.

Galleria Immagini

 

Info Iscrizioni

Orario delle lezioni: sabato 5 luglio dalle 09.30 alle 12.30 dalle 14.30 alle 17.30

domenica 6 luglio dalle 09.30 alle 12.30 dalle 14.30 alle 17.30

Il costo del workshop è di 150,00 euro comprensivo della quota d'iscrizione all'associazione.

Per partecipare al workshop è necessario associarsi ad Arte Invisibile, l'iscrizione ha un costo di 10 euro e una validità di 12 mesi dal giorno del pagamento della quota associativa.

Nel caso il workshop non venisse svolto, le eventuali quote versate saranno rimborsate, mentre la quota versata per associarsi non è rimborsabile.

Per partecipare al workshop puoi utilizzare uno dei seguenti metodi di pagamento:

- Bollettino Postale intestato ad Associazione Arte Invisibile num. di conto corrente 98597719  specificando nella causale: Workshop Paolo Di Orazio.

- Bonifico bancario Iban: IT88T0760114300000098597719  specificando nella causale: Workshop Paolo Di Orazio

oppure puoi iscriverti al corso utilizzando Paypal:

Workshop Di Orazio 2014
                     

Luogo Corso

 

             GROSSETO

grosseto map
grosseto map
grosseto map
grosseto map
grosseto map
grosseto map

 

 

 

 

 

 


Il sito di "Arte Invisibile" è ancora in fase di sviluppo e test.
Per questi motivi, l'Associazione e gli sviluppatori si scusano per gli eventuali, possibili, problemi di navigazione.